4-5 giugno Salento – Palermo passando per l’Aspromonte…

Il passaggio da una terra all’altra, ad un’altra ancora (tre Terre, tutte legate dalla storia della Grecia antica) è legato ad affetti incontrati sul cammino e curati nel tempo seguito.

Cosimo, amico marinaio di Brindisi, mi ha ospitato a casa sua, dopo una cena nel porto della città e il passaggio a Taranto dove le nostre strade si sarebbero divise.

P80604-201757

Rosetta 🙂 mi ha dato riparo e cibo e serenità e riposo nel suo paese a Bova. L’ho incontrata in un cammino in Aspromonte nel novembre scorso, lei venuta da casa ad unirsi a noi camminanti mentre si era ospiti di quella terra. Ricordo di averla conosciuta fuori dal museo di Bova, dopo il buongiorno, saputo che era del luogo gli ho chiesto: allora puoi farci tu da guida…. ? Aveva una maglia a righe larghe e un sorriso semplice che accoglieva vedendolo. Mi è venuta a prendere alla stazione e il giorno dopo mi ha riportato, con un ritardo dovuto alla conversazione che non si fermava, al porto di Reggio di Calabria, per aliscafo verso la Sicilia.

P80605-055939

P80605-081309

Giovanna: ‘sono quella ai capelli dritti’, mi ha scritto quando mi sono identificato come ‘quello con lo zaino’ lei mi aspettava con la sua bici alla stazione di Palermo. Neanche a dirlo l’ho vista due volte nella mia vita, ambedue si camminava. Indovinate dove? In Salento nel 2015 e in Aspromonte nel 2017, ci sarà qualcosa che agisce oltre il nostro pensiero/desiderio?

P80605-173704

Lei mi ha dedicato il breve tempo sottratto alla impegnativa e felice organizzazione del matrimonio della sorella, mi ha portato al suo B&B ‘La terrazza sui Normanni’ attraverso la vecchia città, poi si è palesata la sera per un giro di vie e chiacchiere e impressioni e emozioni, una birra al porto meno liquida e dorata delle parole scambiate, una cena in un piccolo locale dove la pasta si mangia al dente: perchè sì, ci ha detto il cuoco 🙂 e il ritorno a piedi fino ai Normanni dove riprendeva i capelli dritti verso la felicità familiare.

P80605-164731

E’ stato in quel momento che, solo, ho fatto ancora due passi nella notte palermitana. Ho preso coscienza dell’avventura che mi aspettava il giorno dopo e salutato mentalmente tutte le persone incontrate che mi hanno portato e aiutato ad arrivare fin lì.

P80605-191724

Il giorno dopo, alle 6:30, cominciavo a camminare verso…

Continua…

 

p.s. il camminare è una condizione che permette di stare in sintonia con il resto dell’universo mondo, se lo fai con attenzione ti mostra quel che è differenza: gli esseri umani che incontri… Se oltre ad aprirti, accentandoli, ne curi il sentirSi…. si propaga infinitamente un’idea di amore che puo avvolgere tutti, in bellezza.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...