Economia del Dono

PanePassiParole accoglie a modo suo l’idea dell’ ECONOMIA del DONO.

Per le mie iniziative personali, professionali indico una cifra ‘minima di sostentamento/di fattibilità economica‘ per me, il più basso e rispettoso possibile.

Da questo potete partire se volete valutare il lavoro nel suo complesso e aumentarla se credete che per qualità, professionalità, piacere, disponibilità etc. quel che vi è stato offerto/donato abbia un valore maggiore.

Questo tipo di economia è quella che risponde di più alla mia idea del rapporto tra le persone, il lavoro e il denaro.

Annunci